Simona Fila

Simona Fila è psicologa clinica, libera professionista da 25 anni, dal 1997 lavora presso il Poliambulatorio Santa Maria (http://www.poliambulatoriosantamaria.it/). Specializzata in psicologia dell’infanzia e dell’adolescenza, con perfezionamento in clinica dell’adulto e della coppia.

Iscritta all’Ordine Psicologi regione Lombardia dal 1995.

Ambito interculturale: ideatrice del progetto 4expat, (www.4expat.it), ha conseguito il Master in Intercultural Communication, ottenendo la collaborazione del Centro Studi Interculturali dell’Università di Verona per organizzare seminari e convegni in collaborazione con centri culturali Ambasciate, Comitee e Comunità di italiani all’estero, su tematiche psicologiche legate alle famiglie espatriate, all’impatto interculturale, le dinamiche nelle coppie italiane expat e miste, TCKids e teens.

Il progetto prevede sostegno psicologico a distanza via skype (parliamone insieme4expat).

Ambito Forense: ha lavorato in ambito forense per 15 anni, come CTP in ambito CTU tribunale Minori, in ambito sia civile che penale. Da 20 anni segue casi di violenza domestica su donne e minori, in collaborazione e coordinamento con le forza dell’ordine e servizi territoriali.

Ambito Patologie croniche e invalidanti: ha seguito un Corso di Alta formazione in psico-oncologia e malattie croniche degenerative. Ha svolto per diversi anni attività di volontariato a bambini a adulti terminali ricoverati in cure palliative e alle loro famiglie, presso enti ospedalieri di Padova e della Provincia di Brescia. Neuropsicologia: Master in Psicologia e Neuropsicologia clinica e forense. Diagnosi testologica e riabilitazione funzionale in contesto di patologia neurodegenerative legate a traumi (ictus, ischemie) o a degenerazione patologica (demenze).

Volontariato: da sempre opera nel campo del volontariato, attualmente è vice Presidente Comitato di Solidarietà Familiare ONLUS di Bologna. Ha seguito diversi progetti in Italia, tra i più recenti a favore dei terremotati dell’Emilia e nell’ambito della violenza a donne e minori.

-In medioriente (border turco-siriano), in zona di guerra, ha creato un progetto di sostegno a ospedali di zona di guerra con rifornimento di materiale sanitario e farmacologico e distribuzione pacchi alimentari a profughi sfollati dalle aree bombardate.

-In Africa (Togo ), sta lavorando dal 2012 alla creazione di mediateche e biblioteche per scuole elementari e carceri civili, contribuendo alla formazione del personale con seminari di pedagogia interculturale per contrastare il fenomeno del maltrattamento fisico dei minori come metodica educativa.

– Dal 2018 supervisiona lo staff educatori di un orfanotrofio femminile a Fes (Marocco) e sta strutturando un progetto per l’inserimento lavorativo delle ragazze.

Privacy Preferences
When you visit our website, it may store information through your browser from specific services, usually in form of cookies. Here you can change your privacy preferences. Please note that blocking some types of cookies may impact your experience on our website and the services we offer.